I VOCABOLI DEL TERRORISMO

October 25, 2016

 

 

Il periodo storico che stiamo attraversando è connotato dall’apertura, dall’ampia circolazione di beni, di abitudini, di conoscenze, di modi di parlare e maniere di vivere. Scambi profondi che tangono nel bene o nel male,  le vite di ognuno. Sulla scia di questa condivisione mondiale che tocca qualunque argomento, purtroppo anche per il terrorismo, ormai argomento quotidiano sui giornali, sui social, in tv, e in radio, si è creato un vocabolario. Parole rubate, perlopiù alla quotidianità pacifica del mondo, sempre più numerose, specifiche e impossibili da ignorare. 

 

A  come  ACTIVE SHOOTERS  

 

Gli attacchi e gli attentati che stanno connotando il mondo occidentale nell’ultimo periodo presentano, in molti casi, modus operandi sostanzialmente comuni tra i così detti Active shooter (AS) e gli Homegrown terrorist (HT).

Un breve esame del fenomeno può prendere le mosse dall’osservazione che le due declinazioni criminali fanno parte della più generale categoria definita “omicidio”. L’Active shooter (AS) e gli Homegrown terrorist (HT) rappresentano due modi di uccidere, ed in particolar modo di uccidere più persone.

 

In criminologia il fenomeno degli assassini multipli è stato ascritto alle categorie dei Mass Murderer o killer, Spree e Serial killer.

 

Secondo  la definizione adottata dall' FBI sin dal 1979:

- MASS MURDERER, "Assassino di Massa": uccide 4 o più vittime nello stesso luogo e in un unico evento. Di solito il soggetto non conosce le proprie vittime e la scelta è generalmente casuale;

 

- SPREE KILLER o "Assassino Compulsivo": uccide 2 o più vittime in luoghi diversi in un’escalation che può essere anche molto veloce e in uno spazio di tempo che può dunque essere molto breve. Questi omicidi, spesso, hanno un’unica causa scatenante e sono tra loro concatenati in un certo periodo; anche in questo caso, il soggetto non conosce le vittime e, dato che non nasconde le sue tracce, viene catturato o comunque neutralizzato con ragionevole certezza e relativa facilità operativa;

 

- SERIAL KILLER ("Assassino Seriale"): uccide 3 o più vittime in luoghi diversi e con un "periodo di intervallo emotivo" (cooling-off time) fra un omicidio e l'altro. In ciascuna azione, il killer può uccidere più di una vittima; può colpire a caso oppure scegliere accuratamente la vittima; spesso è pervaso dalla sensazione di non poter essere neutralizzato.

 

E’ evidente come spree e mass killing siano modalità ampiamente riscontrabili nelle azioni di AS e HT.

 

Da un compendio di

Davide Mantovan

Docente presso la Scuola di Etica e Sicurezza

 

Please reload

Altri articoli

January 28, 2020

Please reload

Archivio

Please reload

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

GAM Education & Consulting S.r.l.
 

Corso di Porta Vittoria, 28 - 20122 Milano

P.IVA: 01801240662

Capitale Sociale € 10.000 i.v.
Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 1955623