Profiling "a pelle"

March 7, 2017

La prima impressione come base della valutazione

 

 

Gli esperti nelle scienze comportamentali sostengono che sia possibile formarsi un’idea piuttosto centrata di una persona in soli tre secondi di osservazione.

 

 

Niente di più vero, semplice ed utile in tutte le relazioni umane e non ultimo in ambito di security, a tutti i livelli. Quante volte abbiamo trascorso pochi minuti o addirittura pochi attimi in compagnia di una persona prima a noi sconosciuta e l'incontro ci ha lasciato una sensazione, positiva o negativa che fosse?

 

Espressioni quali “a pelle mi è sembrata una brava persona”, “di primo acchito mi è risultato sgradevole”, o in modo più preciso “mi è sembrato un presuntuoso”, “si vede che è una persona dolce” si basano sulla rilevazione di segnali che abbiamo colto e successivamente valutato come graditi o sgraditi, così da formarci un’opinione, seppur sommaria e da riconsiderare successivamente, alla luce di future eventuali informazioni, di conferma o smentita.

 

In ogni caso però la prima impressione è da valutare attentamente senza relegarla ad un solo processo spontaneo che non lascia traccia nella consapevolezza e dunque di fatto inutile ai fini della valutazione.

 

È importante considerare come i segnali rilevati, che sono la base sulla quale si crea un’opinione, saranno nella loro pressoché totalità segnali non verbali così come, più in generale, di natura non verbale è la maggior parte dei messaggi che ogni giorno inviamo e riceviamo, oltre ad essere l'elemento determinante nella formazione del nostro convincimento in caso di contrasto tra messaggio verbale e comportamentale.

 

Chiunque si occupi di protezione, che sia di siti o persone e più in generale del controllo accessi anche in funzione di security, non può fare a meno di avere delle competenze per rilevare elementi dell'ambiente e primo fra tutti il comportamento umano, così come non può esimersi dal fare una valutazione comportamentale quanto più accurata, per orientare in modo consapevole, ad esempio, l’eventuale attività di sorveglianza o di questioning.

 

Please reload

Altri articoli

January 28, 2020

Please reload

Archivio

Please reload

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

GAM Education & Consulting S.r.l.
 

Corso Europa, 15 - 20122 Milano

P.IVA: 01801240662

Capitale Sociale € 10.000 i.v.
Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 1955623