ALL’AQUILA, UNA SETTIMANA PER DISCUTERE DI SICUREZZA ED EMERGENZE

July 4, 2017

 

MASSIMI ESPERTI AL 13° CORSO "SECURITY & SAFETY MANAGEMENT" 

 

Ad organizzarlo la Scuola internazionale “Etica & Sicurezza” del capoluogo abruzzese e l’Università Cattolica del Sacro Cuore

Momento clou, l’appuntamento di Onna. Istituzioni e aziende a confronto sul sistema integrato dei soccorsi

 

 

Fa tappa a L’Aquila il tredicesimo corso “Security & Safety Management”, organizzato dalla Scuola internazionale “Etica & Sicurezza” del capoluogo abruzzese e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore. Cinque giorni in cui i massimi esperti del settore affronteranno temi quanto mai attuali: si va dal Travel Risk Management, i rischi per chi lavora in zona complesse del mondo, al Crisis & Emergency Manegement, dove invece verranno analizzati il sistema integrato dei soccorsi, le reazioni fisiologiche ed emotive nell’emergenza e, altro aspetto importante, la resilienza individuale e organizzativa. Spazio infine alla comunicazione in caso di crisi, con la verifica di ciò che accadde il 6 aprile del 2009, e agli elementi di economia e finanza.

 

“Momento significativo di questa settimana di lavori -spiega Paola Guerra Anfossi, direttrice della Scuola- è senz’altro l’appuntamento del 5 luglio a Onna, la frazione dell’Aquila cancellata dal sisma di otto anni fa. Qui, abbiamo organizzato, per l’intera giornata, un workshop sulla gestione delle emergenze e sul sistema integrato dei soccorsi. Abbiamo chiamato a raccolta, per fare insieme il punto della situazione, le istituzioni -Vigili del Fuoco, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, Anpas Abruzzo- e le aziende -Vodafone, Enel, Tim, Aereovision, SicurAquila. Lo abbiamo fatto per discutere di un tema delicato e per avviare un proficuo faccia a faccia sul tema, delicato e irrinunciabile, della gestione delle emergenze”.

 

“Quasi nessun rischio -continua Paola Guerra Anfossi- si manifesta all’improvviso. I segnali deboli vanno però compresi, capiti, studiati. Il rischio ha bisogno di una risposta scientifica, per questo la gestione nelle emergenze è fondamentale. Le nostre aziende solo da poco lo stanno capendo, ma occorre insistere. L’Aquila, in questo senso, è un esempio per la capacità di ripartenza dei cittadini e delle piccole e medie aziende di quel territorio, ma anche per la capacità oggi di comprendere i segnali e di avere le giuste conoscenze per reagire. La paura non si domina, ma la si può gestire”.    

Please reload

Altri articoli

October 31, 2019

Please reload

Archivio

Please reload

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

GAM Education & Consulting S.r.l.
 

Corso di Porta Vittoria, 28 - 20122 Milano

P.IVA: 01801240662

Capitale Sociale € 10.000 i.v.
Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 1955623