ALL’AQUILA, UNA SETTIMANA PER DISCUTERE DI SICUREZZA ED EMERGENZE

July 4, 2017

 

MASSIMI ESPERTI AL 13° CORSO "SECURITY & SAFETY MANAGEMENT" 

 

Ad organizzarlo la Scuola internazionale “Etica & Sicurezza” del capoluogo abruzzese e l’Università Cattolica del Sacro Cuore

Momento clou, l’appuntamento di Onna. Istituzioni e aziende a confronto sul sistema integrato dei soccorsi

 

 

Fa tappa a L’Aquila il tredicesimo corso “Security & Safety Management”, organizzato dalla Scuola internazionale “Etica & Sicurezza” del capoluogo abruzzese e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore. Cinque giorni in cui i massimi esperti del settore affronteranno temi quanto mai attuali: si va dal Travel Risk Management, i rischi per chi lavora in zona complesse del mondo, al Crisis & Emergency Manegement, dove invece verranno analizzati il sistema integrato dei soccorsi, le reazioni fisiologiche ed emotive nell’emergenza e, altro aspetto importante, la resilienza individuale e organizzativa. Spazio infine alla comunicazione in caso di crisi, con la verifica di ciò che accadde il 6 aprile del 2009, e agli elementi di economia e finanza.

 

“Momento significativo di questa settimana di lavori -spiega Paola Guerra Anfossi, direttrice della Scuola- è senz’altro l’appuntamento del 5 luglio a Onna, la frazione dell’Aquila cancellata dal sisma di otto anni fa. Qui, abbiamo organizzato, per l’intera giornata, un workshop sulla gestione delle emergenze e sul sistema integrato dei soccorsi. Abbiamo chiamato a raccolta, per fare insieme il punto della situazione, le istituzioni -Vigili del Fuoco, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, Anpas Abruzzo- e le aziende -Vodafone, Enel, Tim, Aereovision, SicurAquila. Lo abbiamo fatto per discutere di un tema delicato e per avviare un proficuo faccia a faccia sul tema, delicato e irrinunciabile, della gestione delle emergenze”.

 

“Quasi nessun rischio -continua Paola Guerra Anfossi- si manifesta all’improvviso. I segnali deboli vanno però compresi, capiti, studiati. Il rischio ha bisogno di una risposta scientifica, per questo la gestione nelle emergenze è fondamentale. Le nostre aziende solo da poco lo stanno capendo, ma occorre insistere. L’Aquila, in questo senso, è un esempio per la capacità di ripartenza dei cittadini e delle piccole e medie aziende di quel territorio, ma anche per la capacità oggi di comprendere i segnali e di avere le giuste conoscenze per reagire. La paura non si domina, ma la si può gestire”.    

Please reload

Altri articoli

January 28, 2020

October 31, 2019

Please reload

Archivio

Please reload

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

GAM Education & Consulting S.r.l.
 

Corso di Porta Vittoria, 28 - 20122 Milano

P.IVA: 01801240662

Capitale Sociale € 10.000 i.v.
Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 1955623