Vienna, Nizza e Lione, il terrorismo approfitta della pandemia

November 5, 2020

Città svuotate, disagio sociale, fragilità emotiva, sono alcuni degli elementi che possono facilmente diventare alleati del terrorismo internazionale. Non ultima la grande stanchezza fisica e psichica delle Forze dell’Ordine, impegnate a gestire la pandemia da più di otto mesi con gli attuali risvolti di aggressività e rabbia.

 

L’emergenza che stiamo vivendo diventa anche l’occasione per reclutare soldati, per agire sulla paura e sulla disperazione, emozioni che con la pandemia stanno raggiungendo livelli di allarme sociale.

 

Gli elementi da tenere in altissima considerazione sono:

 

- la trasformazione dei sentimenti di paura e angoscia in paranoia e disperazione che possono generare comportamenti auto distruttivi (come illustrato da Gary Ackerman e Haylay Peterson);

 

- l’apertura di spazi e contesti favorevoli alla propaganda: tra inizio e fine marzo 2020 la popolazione mondiale ha trascorso molto più tempo sui social media (+52% solo l’Italia) e questa è diventata una grande opportunità per distribuire messaggi propagandistici, alimentare odio verso nemici comuni e radicalizzare nuovi individui. La propaganda ha iniziato a distribuirsi in modo capillare anche attraverso piattaforme come Telegram (che ha notevolmente aumentato la base di utenti);

 

- la presentazione dell’Occidente in stato di assoluta paralisi causa Covid19 e quindi fragile, più esposto e meno reattivo;

 

- il fatto che la pandemia, soprattutto con questa seconda ondata, abbia prodotto un senso di affaticamento ad ogni livello sociale e in tutti i settori, comprese le Istituzioni e le Forze dell’Ordine. Una fatica generalizzata che colpisce tutti, denunciata da psichiatri e psicologi dell’emergenza, che viene interpretata come occasione favorevole per le strategie di attacco terroristico. La stanchezza profonda provoca una minore attenzione cognitiva che non può essere facilmente contrastata con un semplice atto di volontà ma che va trattata attivando specifiche misure.

 

Durante questa emergenza pandemica, come esperti di sicurezza, dobbiamo ricordare che rimane altissimo il rischio di crisi dentro la crisi, la violenza sulle donne, l’aumento della delinquenza e delle dipendenze, la disoccupazione e, non ultimo, il terrorismo che si insinua dove c’è instabilità perché in quel caso trova terreno fertile. E quando l’instabilità, il disorientamento e la stanchezza coinvolgono tutti i continenti il rischio aumenta notevolmente.

 

Please reload

Altri articoli

January 28, 2020

Please reload

Archivio

Please reload

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

GAM Education & Consulting S.r.l.
 

Corso Europa, 15 - 20122 Milano

P.IVA: 01801240662

Capitale Sociale € 10.000 i.v.
Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 1955623