top of page

Travel Risk Management:
viaggiare nella complessità

Finalità del corso

copertina_TravelRiskManagement.jpg

26 MARZO 2024

Viaggiare, per molte attività lavorative costituisce una prassi oltre che un’esigenza e di conseguenza le imprese e i datori di lavoro devono farsi carico della sicurezza dei propri dipendenti durante tutte le trasferte. L’emergenza sanitaria ha cambiato fortemente il concetto di “viaggio”, aumentandone la complessità e, aumentando di conseguenza il livello di attenzione sui i rischi intrinsechi ai Paesi di destinazione. L’escalation in Ucraina rappresenta la punta dell’iceberg di un mondo che va nella direzione della multipolarità e per questo l’analisi delle trasferte deve essere ora più che mai attenta a tutte le fasi. Molti sono infatti i pericoli ai quali i viaggiatori possono andare incontro: dagli eventi naturali estremi, come un uragano o un’alluvione, che sono in crescita; dall’essere coinvolti in proteste violente, essere rapiti, subire attacchi informatici o spionaggio industriale. Sono solo alcune minacce concrete che possono ledere la sicurezza e la salute (inclusa quella mentale) dei viaggiatori e influire negativamente anche sull’esito dei loro obiettivi di viaggio.
È quindi evidente che le aziende devono essere in grado di gestire, anticipare e prevedere questi fenomeni attraverso personale competente e consapevole.
Questo corso mira ad approfondire la gestione aziendale di questi Travel Risks, allineandosi con gli obblighi di legge, con il nuovo standard internazionale UNI ISO 31030, e con le pratiche del Duty of Care, aiutando così le imprese a prendersi cura del proprio personale viaggiante.

Contenuti Principali

  • Travel Risk Management: parole chiave, scenari, rischi globali e casi significativi;

  • Le responsabilità dell’azienda: tra Duty of Care e Business Continuity;

  • Riferimenti normativi;

  • Focus: Norma ISO 31030. La nuova “Best Practice” per la gestione della sicurezza nelle trasferte di lavoro;

  • Travel Risk Management: il processo. Gestire rischi e responsabilità;

  • Focus: Esercitazioni;

  • Crisis Management: piani di gestione della crisi

Destinatari

Il Corso è rivolto a professionisti in ambito security e safety, legale, consulenza del lavoro, oltre che a imprenditori, manager di Aziende con sedi e/o personale all’estero che effettuano trasferte lavorative fuori dal territorio nazionale. Il corso fornirà aggiornamenti normativi e gli strumenti di approfondimento delle metodologie idonee da mettere in atto.

Durata del corso e crediti

Il corso ha la durata di 8 ore e consente di conseguire 8 crediti formativi ai fini del mantenimento della certificazione
delle figure professionali certificate; propedeutico alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi
formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32 del decreto
legislativo 9 aprile 2008, n. 81. I Responsabili e gli Addetti SPP riceveranno, inoltre, un attestato di frequenza al Corso
di Aggiornamento, con relativa durata, da Agenzia formativa accreditata, valido ai sensi del D. Lgs. 81/08 e s.m.i..

Metodologia

Il corso sarà erogato tramite piattaforma e-learning che permetterà lo scambio interattivo tra i partecipanti e i docenti coinvolti, favorendo lo scambio di idee, opinioni ed esperienze.

 

Per partecipare ai corsi FAD non occorrono particolari strumenti: è sufficiente una buona connessione ad internet ed un PC dotato di videocamera; la piattaforma interattiva per la gestione delle lezioni, GoToMeeting, Zoom, Meet e sarà comunicata successivamente e messa a disposizione da ICMQ. Una volta iscritti, riceverete una mail/calendar con il link per la connessione e l’orario. A questo punto, basterà cliccare sul link indicato, scaricare l’applicazione per accedere alla piattaforma e quindi al vostro corso. Materiale didattico fornito in formato elettronico.

Programma

Prima parte

9:00 – 9:30            Saluti iniziali e breve presentazione del modulo e dei partecipanti
9:30 – 10:00          Introduzione al Travel Risk Management
10:00 – 11:00        Obblighi aziendali nell’ambito della normativa vigente e best practice internazionali
11:00 – 11:15        Coffee break
11:15 – 11:45        Focus UNI ISO 31030, Duty of care
11:45 – 13:00        L’implementazione di un corretto processo di Travel Risk Management
13:00 – 14:00        Pausa pranzo

Seconda parte

14:00 – 15:15        Viaggiare nel contesto attuale: scenari globali e possibili rischi
15:15 – 16:00        Crisis Management: piani di gestione della crisi in viaggio
16:00 – 16:15        Coffee break
16:15 – 17:15        Esercitazioni, case studies e focus operativi: come comportarsi?
17:15 – 17:45        Feedback sulle esercitazioni e lezioni imparate.
17:45 – 18:00        Test di valutazione finale

Attestato

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza. Con una frequenza di almeno il 95% del Corso e il superamento del test finale con un punteggio pari o superiore al 60% di risposte corrette verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

bottom of page