top of page

Lavoratrici in trasferta:un’attenzione particolare per viaggiare in sicurezza

Il numero di donne che viaggiano per lavoro è in costante aumento. Secondo l'Osservatorio sul Turismo Business di Confindustria, nel 2023 le donne in trasferta d'affari in Italia hanno raggiunto i 4,5 milioni, con una crescita del 10% rispetto al 2022.

 

Se da un lato questa crescita rappresenta un segno positivo per l'emancipazione femminile e l'inclusione nel mondo del lavoro, dall'altro pone l'accento sulla necessità di tutelare la sicurezza delle donne in viaggio. I processi e le policy di travel risk management, ovvero la gestione dei rischi in viaggio, assumono un'importanza ancora più cruciale quando si tratta di donne in trasferta.

Un’indagine internazionale condotta nel 2023 da World Travel Protection per Opinium, rivela che il 71% delle donne che viaggiano per lavoro afferma che viaggiare come donna è meno sicuro rispetto ai colleghi uomini, e secondo un sondaggio di Global Business Travel Association (GBTA), la maggior parte ha subito almeno un episodio di molestia o aggressione durante un viaggio di lavoro.

È dunque fondamentale che la valutazione dei rischi per le donne che vanno in trasferta includa, oltre ai rischi generici (come eventi accidentali, naturali, criminali o sociali), anche quelli specificamente legati alla violenza di genere.

 

Per le donne che viaggiano per lavoro, la violenza di genere rappresenta infatti un problema diffuso e una grave minaccia. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, una donna su tre ha subito violenze fisiche o sessuali nel corso della propria vita e in viaggio questa vulnerabilità può essere amplificata da diversi fattori, come ad esempio:

  • Non conoscenza dell'ambiente: le donne che si trovano in un luogo nuovo (non familiare) possono essere più facilmente disorientate e vulnerabili.

  • Isolamento: in trasferta, esse possono sentirsi isolate, soprattutto se viaggiano da sole o in contesti con scarse relazioni sociali.

  • Stereotipi di genere: in alcune culture, le donne in viaggio per lavoro possono essere percepite come bersagli facili o, se si trovano in contesti culturali molto conservatori e patriarcali, come non degne di rispetto per la loro indipendenza e il loro ruolo professionale.

 

Esistono diverse normative a livello nazionale e internazionale che tutelano le donne. Tra queste, la UNI ISO 31030:2021 fornisce delle linee guida specifiche per la gestione dei rischi in viaggio. La norma include una serie di suggerimenti per la valutazione dei rischi specifici per le donne in trasferta, come, ad esempio:

  • Informarsi sulla destinazione: prima di partire, è importante raccogliere informazioni sulla sicurezza del luogo di destinazione, con particolare attenzione ai rischi legati alla violenza di genere.

  • Pianificare il viaggio: scegliere un alloggio sicuro, comunicare l'itinerario a persone fidate e adottare precauzioni personali sono misure di fondamentale importanza.

  • Formarsi: le aziende dovrebbero formare i propri dipendenti sui rischi specifici legati alla violenza di genere in viaggio e sulle misure da adottare per prevenirla.

 

Oltre a una valutazione oggettiva dei rischi, sarebbe importante effettuare anche una valutazione soggettiva, ovvero indagare la percezione che le donne hanno dei rischi di trasferta, il loro grado di sicurezza percepito, la probabilità di trovarsi in certe situazioni di pericolo, la pericolosità di alcune di specifiche aree geografiche, il supporto da parte dell’azienda nonché la propria preparazione e prontezza a fronteggiare eventuali emergenze.


Un’indagine di percezione del rischio consente dunque di raccogliere dati preziosi che, letti in modo integrato alle valutazioni tradizionali dei rischi, possono consentire all’azienda di costruire programmi di formazione e informazione mirati per le diverse tipologie di viaggiatori e, nello specifico, per le proprie viaggiatrici, adottando quindi misure di sicurezza ancora più efficaci per garantire l’incolumità dei dipendenti in trasferta.



89 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page